Il richiamo di Microsoft è un pericolo per la vostra privacy? Approfondimento sulla nuova controversa funzione di Windows 11 (+ come disattivarla)

Stiamo rinunciando a un numero sempre maggiore di informazioni sulla nostra privacy per un semplice aspetto innovativo o per una narrazione inventata. Il monitoraggio degli utenti e la raccolta dei dati sono ai massimi storici, mentre gli editori di videogiochi installano dei veri e propri rootkit (alias software anti-cheat) sui nostri sistemi solo per permetterci di giocare ai nostri giochi preferiti. La parte migliore è che, sebbene all’inizio ci sia un po’ di discussione, alla fine tutto si placa e si va avanti finché le aziende non fanno il passo successivo.

Attualmente, abbiamo il tentativo più audace di Microsoft, Recall, una nuova funzione incorporata nei PC Windows 11 Copilot+. Ecco come Windows 11 vi accoglie al primo avvio, spiegandovi cosa fa Recall. La funzione viene attivata automaticamente, ma è possibile disabilitarla. Tuttavia, l’utente medio non saprà se deve farlo o come farlo senza cercare su Google. Se volete tenere sempre disattivato Recall, dovrete anche disabilitarlo dopo ogni aggiornamento di Windows, poiché l’aggiornamento forzerà Recall ad essere abilitato per impostazione predefinita.

Immagine: @tomwarren su X

Con Recall attivato, il PC scatta istantanee ogni 3 secondi e memorizza tutte le informazioni sull’unità. Queste informazioni risalgono a 3 mesi fa. L’idea è che se vi ricordate di aver visto qualcosa di interessante negli ultimi 3 mesi, potete chiedere a Windows di cercare tra le istantanee e trovare le informazioni per voi. Funziona come un motore di ricerca: si può digitare ciò che si ricorda e Recall utilizzerà l’intelligenza artificiale per setacciare i dati e aiutarci.

Il problema è che queste istantanee occupano molto spazio sull’unità. Attualmente sono necessari almeno 50 GB di spazio libero per attivare Recall, mentre Windows smetterà di creare nuove istantanee se lo spazio libero scende sotto i 25 GB. Se si dispone di un’unità da 1 TB, Recall può allocare fino a 150 GB di spazio per le istantanee, il che limita notevolmente lo spazio di archiviazione. Certo, le informazioni sono crittografate, ma nulla è impenetrabile e gli hacker troveranno sicuramente un modo per sfruttarle, dato che le vulnerabilità di sicurezza di Windows emergono ogni giorno.

➡️ Vedere quanto spazio su disco occuperà Recall, a seconda delle dimensioni dell’unità.

È possibile fare un ulteriore passo avanti e accedere all’Editor Criteri di gruppo, in cui è presente un’opzione per Richiamo, denominata “Disattiva salvataggio istantanee per Windows”. In precedenza si chiamava “Disattiva l’analisi dei dati utente di Windows AI”. Tuttavia, non fidatevi che rimanga lì per molto tempo, perché abbiamo visto Microsoft rimuovere silenziosamente le opzioni da lì senza avvisare nessuno.

Immagine: @teroalhonen su X

Ogni anno che passa, possediamo sempre meno PC, una tendenza che a noi di LaptopMedia non piace molto. Microsoft sta cercando di diventare Apple in modo eccessivo, dimenticando il modo in cui è diventata così grande. Linux appare sempre più allettante, con il supporto di un maggior numero di software per la produttività, oltre che per i giochi, sempre migliori grazie a Proton.

Ecco alcune informazioni utili su Recall dal sito ufficiale di Microsoft.

Abbonarsi
Notifica di
guest
0 Comments
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti