Recensione del Lenovo Legion Pro 7i (16, Gen 9) – Questo portatile da 16 pollici distrugge tutto ciò che trova sul suo cammino

Proprio come MSI e il suo Vector 16 HX A13V, Lenovo dimostra al mondo che non è necessario acquistare un enorme laptop da 17 o 18 pollici per sfruttare appieno la potenza di una GeForce RTX 4080 o 4090 da 175W. Il Legion Pro 7i (16″, Gen 9) è un 16 pollici che offre hardware di fascia alta. Il Core i9-14900HX è l’unica CPU disponibile per questa serie. Si tratta di una bestia a 24 core che dissipa molto calore a pieno carico. Ecco perché sotto il cofano si trova un enorme sistema termico a camera di vapore. Per quanto riguarda la GPU, è possibile scegliere tra le due schede grafiche NVIDIA Ada Lovelace più potenti con TGP elevati. Come prevedibile per un dispositivo di questo tipo, la possibilità di aggiornamento è ottima, inoltre sono disponibili tonnellate di porte e Wi-Fi 6E + Bluetooth 5.3 per la connettività.

Come sempre, il display è molto importante per una macchina da gioco. C’è solo una variante di pannello. Ma va benissimo, perché si tratta di un’unità a 240 Hz e 1600p con supporto DisplayHDR 400 e Dolby Vision. Sono presenti anche NVIDIA G-SYNC e Advanced Optimus. Sì, non si tratta di un pannello OLED, ma lo schermo IPS è privo di PWM, una buona notizia per tutti gli utenti.

Il resto sembra buono: un sistema di altoparlanti Harman da 2W, una tastiera retroilluminata di dimensioni standard, un interruttore MUX e un chip LA2-Q AI in grado di regolare automaticamente le prestazioni del dispositivo durante il gioco.

Potete controllare i prezzi e le configurazioni nel nostro sistema di specifiche: https://laptopmedia.com/series/lenovo-legion-pro-7i-16-gen-9/

Contents

Specifiche, Driver, Contenuto della confezione

Lenovo Legion Pro 7i (16", Gen 9) - Specifiche

  • BOE NE160QDM-NZB (BOE0C8B)
  • Precisione del colore  1.7  1.0
  • HDD/SSD
  • fino a 4000GB SSD
  • RAM
  • up to 64GB
  • OS
  • Windows 11 Home, Chrome OS, Windows 11 Pro, No OS
  • Batteria
  • 99.9Wh, 80Wh
  • Materiale del corpo
  • Aluminum
  • Dimensioni
  • 363.5 x 262.1 x 21.95 - 25.9 mm (14.31" x 10.32" x 0.86")
  • Peso
  • 2.62 kg (5.8 lbs)
  • Porte e connettività
  • 3x USB Type-A
  • 3.2 Gen 1 (5 Gbps)
  • 1x USB Type-A
  • 3.2 Gen 1 (5 Gbps), Sleep and Charge
  • 1x USB Type-C
  • 3.2 Gen 2 (10 Gbps), Power Delivery (PD), DisplayPort
  • 1x USB Type-C
  • 4.0, Thunderbolt 4, DisplayPort
  • HDMI
  • 2.1 (8K@60Hz)
  • Lettore di schede
  • Ethernet LAN
  • 10, 100, 1000 Mbit/s
  • Wi-Fi
  • 802.11ax
  • Bluetooth
  • 5.3
  • Jack audio
  • 3.5mm Combo Jack
  • Caratteristiche
  • Lettore di impronte digitali
  • Telecamera web
  • HD / FHD with E-shutter, fixed focus
  • Tastiera retroilluminata
  • optional
  • Microfono
  • Dual Microphone Array
  • Altoparlanti
  • 2x 2W Stereo Speakers, audio by HARMAN certification, optimized with Nahimic Audio, Smart Amplifier (AMP)
  • Unità ottica
  • Fessura del blocco di sicurezza

Tutti Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) configurazioni

#CommissionsEarned

Driver

Tutti i driver e le utility per questo notebook sono disponibili qui: https://pcsupport.lenovo.com/us/en/products/laptops-and-netbooks/legion-series/legion-pro-7-16irx9h/downloads

Cosa c’è nella confezione?

Nella confezione troverete un po’ di documenti e un enorme caricabatterie da 330W. Alcune macchine vengono fornite anche con 4 keycaps commutabili e un tappetino per mouse Lenovo Legion Gaming Speed Mouse Pad M. È inoltre possibile acquistare l’adattatore CA USB-C da 140W, molto più leggero dell’adattatore standard e utilizzabile quando si è in viaggio e non si ha bisogno di tutta la potenza del portatile.

Design e costruzione

Visivamente, il Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) non è molto diverso dal Legion Pro 5i (16, Gen 9) e dal Legion 5i (16, Gen 9). Questo significa un look maturo e pulito (per un portatile da gioco) completato dal colore Eclipse Black. La struttura interamente in alluminio con finitura anodizzata è liscia e pregiata al tatto. Il dispositivo è solido, c’è un po’ di flessione sotto i tasti Spazio e Freccia, ma questo accade solo quando si esercita una pressione maggiore di proposito.

Il coperchio può essere aperto senza sforzo con una sola mano grazie alla sporgenza sulla parte superiore e al meccanismo di cerniera ben regolato. Le dimensioni sono normali per un notebook con hardware e raffreddamento di alto livello: 21,95-25,9 mm di altezza e circa 2,62 kg di peso. Il coperchio della cerniera presenta le icone delle porte posteriori, molto utili per collegare i dispositivi USB senza dover girare il notebook.

Le cornici intorno al display da 1600p sono molto sottili, se non si conta il “mento”. La “gobba” sul coperchio ospita anche una fotocamera Web da 720p o 1080p opzionale con interruttore E-shutter, posizionata sul lato destro del dispositivo.

L’angolo massimo di apertura è molto vicino ai 180 gradi.

Il pulsante di accensione arrotondato è posizionato al centro della sezione superiore della base, proprio sopra la tastiera. Quest’ultima è tutto ciò che serve per giocare o lavorare. L’unità offre una sezione per il tastierino numerico, grandi tasti freccia e copritasti di grandi dimensioni con una lunga corsa e un feedback cliccabile. Il nostro portatile è dotato di una retroilluminazione monocolore che si illumina di bianco, ma è possibile ottenere anche il modello RGB opzionale per tasto.

Il touchpad con superficie in Mylar non è il più grande (75 x 120 mm) e il più fluido in circolazione, ma è abbastanza preciso per un uso normale. Il lato positivo è che l’unità registra i clic anche negli angoli superiori. Quando si inizia a premere sul pad, si nota che i clic producono una discreta quantità di rumore.

La grande griglia di ventilazione rivela parte del sistema termico della camera di vapore. La piastra inferiore ospita anche tre piedini in gomma e due aperture per gli altoparlanti. Il calore viene espulso attraverso quattro prese d’aria, due sul retro e due sui lati.

Porte

A sinistra, sono presenti una porta USB Type-A 3.2 (Gen. 1) e una porta Thunderbolt 4 / USB4 40Gbps con funzionalità DisplayPort 1.4. Il retro ospita una LAN, una porta USB Type-C 3.2 (Gen. 2) con DisplayPort 1.4 e funzionalità PowerDelivery da 140W, una HDMI 2.1 per display esterni fino a 8K 60Hz, due porte USB Type-A 3.2 (Gen. 1) (quest’ultima con funzione Always on extra) e un connettore di alimentazione. Sul lato destro sono presenti una porta USB Type-A 3.2 (Gen. 1), un E-shutter e un jack audio combinato.

Qualità del display e del suono, i nostri profili

Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) è dotato di un pannello IPS WQXGA (Wide Quad Extended Graphics Array), numero di modello BOE NE160QDM-NZB (BOE0C8B). La frequenza di aggiornamento è di 240 Hz. La sua diagonale è di 16,0″ (40,6 cm) e la risoluzione è di 2560 x 1600p. Inoltre, il rapporto dello schermo è di 16:10, la densità dei pixel è di 189 ppi e il loro passo è di 0,13 x 0,13 mm. Lo schermo può essere considerato Retina se visto da almeno 46 cm (da questa distanza, l’occhio umano medio non può vedere i singoli pixel).

Gli angoli di visione sono buoni. Offriamo immagini a diverse angolazioni per valutare la qualità.

Inoltre, un video con messa a fuoco ed esposizione bloccate.

La luminosità massima misurata è di 492 nits (cd/m2) al centro dello schermo e di 483 nits (cd/m2) in media su tutta la superficie con una deviazione massima del 4%. La temperatura del colore correlata su uno schermo bianco e alla massima luminosità è di 7210K (media).
Nell’illustrazione sottostante è possibile vedere come si comporta il display dal punto di vista dell’uniformità. L’illustrazione seguente mostra la situazione a livelli di luminosità operativi (circa 140 nits) – in questo caso particolare al 58% di luminosità (livello del bianco = 142 cd/m2, livello del nero = 0,1 cd/m2).
Valori di dE2000 superiori a 4,0 non dovrebbero verificarsi, e questo parametro è uno dei primi da controllare se si intende utilizzare il portatile per lavori sensibili ai colori (la tolleranza massima è di 2,0). Il rapporto di contrasto è buono – 1340:1.

Per essere sicuri di essere sulla stessa lunghezza d’onda, vorremmo fornirvi una piccola introduzione alla gamma di colori sRGB e Adobe RGB. Per cominciare, c’è il Diagramma di Cromaticità Uniforme CIE 1976 che rappresenta lo spettro visibile dei colori dall’occhio umano, dando una migliore percezione della copertura della gamma cromatica e della precisione del colore.

All’interno del triangolo nero, si trova la gamma di colori standard (sRGB) che viene utilizzata da milioni di persone su HDTV e sul Web. Per quanto riguarda l’Adobe RGB, viene utilizzato nelle fotocamere professionali, nei monitor e nella stampa. In pratica, i colori all’interno del triangolo nero sono utilizzati da tutti e questa è la parte essenziale della qualità e dell’accuratezza del colore di un notebook mainstream.

Tuttavia, abbiamo incluso altri spazi colore come il famoso standard DCI-P3 utilizzato dagli studi cinematografici e lo standard digitale UHD Rec.2020. Il Rec.2020, tuttavia, appartiene ancora al futuro ed è difficile che i display di oggi riescano a coprirlo bene. Abbiamo incluso anche il cosiddetto gamut di Michael Pointer, o gamut di Pointer, che rappresenta i colori che ci circondano naturalmente ogni giorno.

La linea gialla tratteggiata mostra la copertura della gamma di colori di Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9).

Il suo display copre il 100% dello standard sRGB/ITU-R BT.709 (standard web/HDTV) in CIE1976 e il 99% di DCI-P3, assicurando un’immagine super vibrante e attraente.

Il nostro profilo “Design and Gaming” offre una temperatura del colore ottimale (6500K) a 140 cd/m2 di luminanza e modalità gamma sRGB.

Abbiamo testato l’accuratezza del display con 24 colori comunemente utilizzati come la pelle umana chiara e scura, il cielo blu, l’erba verde, l’arancione, ecc. È possibile verificare i risultati alle condizioni di fabbrica e con il profilo “Design and Gaming”.

Di seguito è possibile confrontare i punteggi del Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) con le impostazioni predefinite (a sinistra) e con il profilo “Gaming e Web design” (a destra).

La figura successiva mostra la capacità del display di riprodurre le parti più scure di un’immagine, un aspetto essenziale quando si guardano film o si gioca in condizioni di scarsa illuminazione ambientale.

Il lato sinistro dell’immagine rappresenta il display con le impostazioni standard, mentre quello destro è con il profilo “Gaming and Web Design” attivato. Sull’asse orizzontale si trova la scala di grigi e sull’asse verticale la luminanza del display. Nei due grafici sottostanti è possibile verificare facilmente come il display gestisce le sfumature più scure, ma è bene tenere presente che ciò dipende anche dalle impostazioni del display attuale, dalla calibrazione, dall’angolo di visione e dalle condizioni di luce circostanti.

Tempo di risposta (capacità di gioco)

Testiamo il tempo di reazione dei pixel con il solito metodo “da nero a bianco” e “da bianco a nero” dal 10% al 90% e viceversa.

Abbiamo registrato il tempo di caduta + il tempo di risalita = 7,6 ms. Il breve tempo di risposta dei pixel è un prerequisito per un’immagine fluida nelle scene dinamiche. I giocatori dovrebbero essere contenti.

Successivamente, testiamo il tempo di reazione dei pixel con il consueto metodo “Gray-to-Gray” dal 50% di bianco all’80% di bianco e viceversa tra il 10% e il 90% dell’ampiezza.

Impatto sulla salute: PWM (sfarfallio dello schermo)

La modulazione di larghezza di impulso (PWM) è un modo semplice per controllare la luminosità del monitor. Quando si abbassa la luminosità, l’intensità luminosa della retroilluminazione non viene ridotta, ma viene spenta e accesa dall’elettronica con una frequenza indistinguibile dall’occhio umano. In questi impulsi luminosi, il rapporto luce/tempo di assenza di luce varia, mentre la luminosità rimane invariata, il che è dannoso per gli occhi. Per saperne di più, consultate il nostro articolo dedicato al PWM.

Il display di Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) non sfarfalla a nessun livello di luminosità. Questo rende lo schermo confortevole per lunghi periodi di utilizzo.

Impatto sulla salute: Emissioni di luce blu

L’installazione del nostro profilo Health-Guard non solo elimina la PWM, ma riduce anche le emissioni nocive di luce blu, mantenendo i colori dello schermo precisi dal punto di vista percettivo. Se non avete familiarità con la luce blu, la versione TL;DR è: emissioni che influenzano negativamente gli occhi, la pelle e l’intero corpo. Potete trovare maggiori informazioni al riguardo nel nostro articolo dedicato alla luce blu.

Impatto sulla salute: Misurazione del livello di lucentezza

I display con rivestimento lucido sono talvolta scomodi in condizioni di luce ambientale elevata. Mostriamo il livello di riflessione sullo schermo del rispettivo portatile quando il display è spento e l’angolo di misurazione è di 60° (in questo caso, il risultato è 50,3 GU).

Audio

Gli altoparlanti HARMAN di Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) producono un suono di ottima qualità. I toni bassi, medi e alti non si discostano dalla chiarezza.

Acquistare i nostri profili

Poiché i nostri profili sono personalizzati per ogni singolo modello di display, questo articolo e il relativo pacchetto di profili sono destinati alle configurazioni Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) con IPS BOE NE160QDM-NZB (BOE0C8B) (2560×1600) da 16,0″.

*In caso di problemi con il download del file acquistato, provare a utilizzare un altro browser per aprire il link ricevuto via e-mail. Se l’obiettivo del download è un file .php invece di un archivio, cambiare l’estensione del file in .zip o contattarci all’indirizzo [email protected].

Ulteriori informazioni sui profili sono disponibili QUI.

Oltre a ricevere profili efficienti e rispettosi della salute, comprando i prodotti di LaptopMedia sostenete anche lo sviluppo dei nostri laboratori, dove testiamo i dispositivi per produrre le recensioni più obiettive possibili.

Lavoro in ufficio

Lavoro in ufficio dovrebbe essere usato soprattutto dagli utenti che passano la maggior parte del tempo a guardare pezzi di testo, tabelle o semplicemente a navigare. Questo profilo mira a fornire una migliore distinzione e chiarezza mantenendo una curva gamma piatta (2.20), una temperatura di colore nativa e colori percettivamente accurati.

Design e gioco

Questo profilo è rivolto ai designer che lavorano professionalmente con i colori, e anche per giochi e film. Design and Gaming porta i pannelli di visualizzazione ai loro limiti, rendendoli il più accurati possibile nello standard sRGB IEC61966-2-1 per Web e HDTV, al punto di bianco D65.

Salute-Guardia

Salute-Guardia elimina la nociva Pulse-Width Modulation (PWM) e riduce la luce blu negativa che colpisce i nostri occhi e il nostro corpo. Essendo personalizzato per ogni pannello, riesce a mantenere i colori percettivamente accurati. Salute-Guardia simula la carta, quindi la pressione sugli occhi è notevolmente ridotta.

Ottenete tutti e 3 i profili con il 33% di sconto

Prestazioni: CPU, GPU, Storage

Tutti i benchmark e i test sono stati condotti con il profilo “Prestazioni” attivato e con la funzione “Overclock GPU” e la modalità “solo dGPU” attivate nell’applicazione Lenovo Vantage. Inoltre, nel menu “Alimentazione e batteria” di Windows è stata applicata la preimpostazione “Migliori prestazioni” e nel BIOS l’impostazione “Modalità prestazioni” è stata impostata su “Estrema”.

Opzioni CPU

L’Intel Core i9-14900HX è l’unico modello di CPU per questa serie Legion.

Opzioni GPU

Per quanto riguarda le GPU, la scelta è ampia: NVIDIA GeForce RTX 4080 (Laptop, 175W) o GeForce RTX 4090 (Laptop, 190W).

Test di gioco

Metro ExodusFull HD, basso(controllare le impostazioni)Full HD, Alto(controllare le impostazioni)Full HD, Estremo (controllare leimpostazioni)
FPS medi250 fps172 fps59 fps

Borderlands 3Full HD, V.Low(controllare le impostazioni)Full HD, Medio(controllare le impostazioni)Full HD, Alto(controllare le impostazioni)Full HD, Tosto (controlla leimpostazioni)
FPS medi260 fps227 fps191 fps162 fps

Far Cry 6Full HD, basso(controllare le impostazioni)Full HD, Alto(controllare le impostazioni)Full HD, Ultra (controllare leimpostazioni)
FPS medi226 fps179 fps167 fps

Gears 5Full HD, basso(controllare le impostazioni)Full HD, medio(controllare le impostazioni)Full HD, Alto(controllare le impostazioni)Full HD, Ultra (controllare leimpostazioni)
FPS medi331 fps253 fps231 fps210 fps

Come si può vedere dai risultati del test, la GeForce RTX 4080 da 175W è una vera bestia per i giochi e può mostrare FPS altissimi a dettagli Ultra. D’altra parte, anche un chip così potente non riesce a raggiungere i 60 FPS in Metro Exodus a dettagli estremi.

Prestazioni di archiviazione

Il nostro notebook è dotato di un disco SKHynix HFS001TEJ9X115N da 1 TB. Si tratta di un’unità NVMe Gen 4 veloce che si scalda anche durante i benchmark.

Temperature e comfort, Durata della batteria

Carico massimo della CPU

In questo test utilizziamo il 100% dei core della CPU, monitorando le frequenze e la temperatura del chip. La prima colonna mostra la reazione del computer a un carico breve (2-10 secondi), la seconda colonna simula un’attività seria (tra 15 e 30 secondi) e la terza colonna è un buon indicatore di quanto il portatile sia adatto a carichi lunghi, come il rendering video.

Frequenza media del core P; frequenza media del core E; temperatura della CPU; potenza del pacchetto

Intel Core i9-14900HX (potenza di base 55W)0:02 – 0:10 sec0:15 – 0:30 sec10:00 – 15:00 min
Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9)3,70 GHz @ 3,02 GHz @ 74°C @ 178W3,70 GHz @ 3,04 GHz @ 81°C @ 175W3,35 GHz @ 2,72 GHz @ 84°C @ 140W
Acer Predator Helios Neo 18 (PHN18-71) preimpostazione “Turbo3,55 GHz @ 2,91 GHz @ 68°C @ 156W3,51 GHz @ 2,91 GHz @ 80°C @ 157W3,09 GHz @ 2,56 GHz @ 87°C @ 115W
Acer Predator Helios 18 (PH18-72) preimpostato “Turbo3,56 GHz @ 3,07 GHz @ 80°C @ 157W3,55 GHz @ 3,00 GHz @ 90°C @ 157W3,32 GHz @ 2,81 GHz @ 86°C @ 136W
Acer Predator Helios 18 (PH18-72) “Performance” preimpostato3,22 GHz @ 3,04 GHz @ 76°C @ 157W3,17 GHz @ 3,02 GHz @ 88°C @ 157W2,59 GHz @ 2,47 GHz @ 81°C @ 95W

Bene, bene, il Legion Pro 7i da 16 pollici può mostrare clock più alti del Predator Helios Neo 18 da 18 pollici e del Predator Helios 18 di fascia alta con la stessa CPU! Va bene, il concorrente PH18-72 è in grado di mostrare un clock del core E leggermente più alto in caso di carichi prolungati, ma questo non toglie la brillantezza dell’ottimo risultato della CPU del dispositivo Legion. Inoltre, le ventole di raffreddamento di quest’ultimo producono meno rumore rispetto alle macchine Acer.

Giochi in tempo reale

NVIDIA GeForce RTX 4080Frequenza GPU/Temperatura Core (dopo 2 minuti)Frequenza GPU/Temperatura Core (dopo 30 minuti)
Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9)2403 MHz @ 80°C @ 172W2406 MHz @ 80°C @ 172W
MSI Vector 16 HX A13V2400 MHz @ 78°C @ 174W2364 MHz @ 83°C @ 174W
Acer Predator Helios 3D 15 SpartialLabs Edition (PH3D15-71) con configurazione “Turbo2227 MHz @ 79°C @ 173W2208 MHz @ 83°C @ 174W
Acer Predator Helios 3D 15 SpartialLabs Edition (PH3D15-71) Prestazione “Performance1886 MHz @ 73°C @ 139W1868 MHz @ 77°C @ 140W

La GeForce RTX 4080 è in grado di sostenere un clock del core di 2406 MHz dopo 30 minuti di gioco, una frequenza addirittura superiore a quella dell’MSI Vector 16 HX A13V con lo stesso chip GPU. E sì, il dispositivo MSI è anche un po’ più rumoroso della macchina Lenovo di fronte a noi.

Comfort a pieno carico

Non ci sono sorprese: le tre preimpostazioni delle prestazioni e la “Modalità personalizzata” si trovano nell’app Lenovo Vantage. Ora è il momento delle buone notizie. Durante il gioco in modalità “Performance”, si sente l’enorme flusso d’aria, ma il rumore non è acuto. Certo, le ventole non sono silenziose, ma non sono nemmeno troppo invadenti, il che è un vero successo per un portatile con una RTX 4080 da 175W. La tastiera è leggermente calda al tatto in caso di carichi pesanti e prolungati della CPU o della GPU, ma non è un problema e si può usare comodamente per molte ore.

Come sapete, la modalità “Hybrid iGPU-only” è la migliore amica quando l’alimentatore non è collegato. La modalità “solo dGPU” è il modo migliore per sfruttare tutto il potenziale della GPU.

La “Modalità personalizzata” offre un controllo avanzato sulle tabelle di potenza della CPU e della GPU.

La modalità “Performance” offre ~175W TGP e questo limite di potenza si riduce a soli 105W se si applica la preimpostazione “Balanced”. La modalità “Quiet” è adatta solo per giochi leggeri, a causa del limite di 55W.

Le ventole possono raggiungere i 3600 giri al minuto in modalità automatica, ma è possibile aumentarne la velocità manualmente fino a 5100 giri al minuto per ottenere un maggiore raffreddamento.

Se si desidera overcloccare la CPU, è necessario innanzitutto abilitare la funzione “Legion Optimization” nel BIOS. Quindi, la funzionalità OC sarà disponibile nel software Lenovo Vantage. In caso contrario, installare il “Lenovo Vantage Gaming Feature Driver” dalla pagina di supporto del portatile e riavviare il computer.

È possibile sottotensionare il processore per ridurre il consumo energetico e le temperature del chip a pieno carico.

È inoltre necessario disattivare la “protezione Undervolt” nel BIOS per abbassare la tensione della CPU.

Batteria

Ora conduciamo i test della batteria con l’impostazione Windows Better performance attivata, la luminosità dello schermo regolata a 120 nits e tutti gli altri programmi disattivati, tranne quello con cui stiamo testando il notebook. La batteria è un modello da 99,9Wh che dura circa 8 ore di navigazione Web o 6 ore di riproduzione video. Non male, visto il potente hardware e il display ad alta risoluzione. Per ottenere questo risultato, è necessario selezionare la modalità “solo iGPU”, il preset “Balance” e attivare la funzione “Adaptive Refresh Rate” nell’applicazione Lenovo Vantage. Infine, ma non meno importante, applicare la modalità di visualizzazione “Optimus” nel pannello di controllo NVIDIA, impostare “Performance Mode setting” su “Default” nel BIOS e selezionare il preset “Balanced” nel menu “Power & Battery” di Windows.

Smontaggio, opzioni di aggiornamento e manutenzione

Per aprire questa potente macchina, è necessario svitare 10 viti con testa a croce.

Quindi, capovolgere il portatile e aprire le zone intorno alle protezioni in plastica delle quattro prese d’aria sui lati e sul retro. Inserire uno strumento di plastica sottile tra la base e il pannello inferiore, sollevarlo finché non si sente un suono di schiocco e fare lo stesso per tutte le altre aree. Fare leva al centro della parte posteriore e capovolgere il dispositivo. Sollevare leggermente il retro del pannello, fare leva sulle sezioni centrale e anteriore della piastra e sollevarla dalla base.

Ecco come appare il pannello inferiore all’interno.

Questo è l’aspetto interno del portatile quando vengono rimosse le coperture metalliche degli slot RAM e SSD.

Il nostro notebook dispone della batteria opzionale da 99,9Wh. La versione predefinita è un’unità da 80Wh. Per estrarla, scollegare il connettore dalla scheda madre e svitare le 6 viti con testa a croce che mantengono l’unità fissata allo chassis. La vite in alto a sinistra è nascosta sotto il rivestimento metallico dell’SSD e deve essere rimossa.

La batteria è sufficiente per circa 8 ore di navigazione web o 6 ore di riproduzione video.

La zona della RAM è protetta da una piastra metallica che può essere sollevata con uno strumento a leva. Secondo Lenovo, le due SODIMM supportano fino a 32 GB di RAM DDR5-5600 MHz in modalità dual-channel. Tuttavia, poiché la CPU è in grado di supportare fino a 192 GB, è probabile che questo portatile non abbia problemi a gestire una quantità di memoria superiore al limite specificato dal produttore ufficiale. Stranamente, un dispositivo così costoso non dispone di pad termici per il raffreddamento aggiuntivo della memoria.

Per l’archiviazione, sono presenti due slot M.2 compatibili con le unità SSD 2280 Gen 4. Entrambi sono coperti da piastre metalliche fissate alla base con tre viti con testa a croce.

Ogni piastra è dotata di un pad termico all’interno per il raffreddamento dell’NVMe.

Il sistema termico a camera di vapore Legion ColdFront è enorme! La maggior parte dei suoi componenti è nascosta, ma le due grandi ventole e i quattro dissipatori di calore sono visibili. Inoltre, il raffreddamento entra in contatto con il chipset, il che è positivo.

Il verdetto

Se avete bisogno di un portatile da gioco completo che non sia enorme, il Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) è uno dei migliori in questa categoria. Per il suo fattore di forma da 16 pollici, offre molto: hardware di prima qualità e un raffreddamento a camera di vapore che fa bene il suo lavoro. L’Intel Core i9-14900HX è in grado di mantenere 3,35 GHz per i core P e 2,72 GHz per i core E durante i carichi massimi della CPU, il che la dice lunga. Persino alcuni modelli da 18 pollici con lo stesso processore non riescono a raggiungere frequenze così elevate. La GeForce RTX 4080 viene indicata dal produttore come una versione full-powered e lo è davvero, grazie ai 175 W di TGP durante il gioco.

Fortunatamente, il rumore in modalità “Performance” non è così elevato. È possibile sentire le tonnellate di flusso d’aria, ma le ventole non sono invadenti (ma nemmeno silenziose). Se volete sentire meno rumore, dovete applicare la modalità “Balance” che offre un TGP della GPU sorprendentemente basso, pari a soli 105 W, che può essere un fattore limitante per alcuni giochi pesanti. Se il passaggio da una modalità energetica all’altra non è il vostro forte, basta selezionare “Legion AI Engine+” e il chip hardware dedicato gestirà automaticamente l’alimentazione della CPU e della GPU durante il gioco.

Il display IPS da 2560x1600p (BOE NE160QDM-NZB (BOE0C8B)) è molto buono. Vanta una frequenza di aggiornamento di 240 Hz, tempi di risposta dei pixel rapidi e una luminosità massima vicina ai 500 nit. Gli artisti e i creatori di contenuti dovrebbero apprezzare la copertura DCI-P3 del 99% e la grande precisione dei colori che si può ottenere con l’aiuto del nostro profilo “Design and Gaming”.

Naturalmente, l’aggiornabilità è buona: due SODIMM e una coppia di slot M.2. È interessante notare che non ci sono pad termici per i moduli di memoria e questo è strano visto il prezzo del portatile. Il più economico Lenovo Legion 5i (16, Gen 9) offre questo tipo di raffreddamento aggiuntivo per la RAM. La sezione I/O dispone di 6 porte USB in totale con due Type-C, una Thunderbolt 4 e una porta Gen. 2 con ricarica a 140W. Sfortunatamente, sono presenti quattro connettori Gen 1, il che non corrisponde alle aspettative elevate che si hanno quando si acquista questo tipo di mostruosità da gioco.

A parte questo, il portatile è ricco di funzioni utili come lo switch MUX, Advanced Optimus e l’overclocking della CPU. È persino possibile sottovoltare il processore, una caratteristica rara anche in questa classe di prezzo. La tastiera è ottima sia per la digitazione che per il gioco e l’autonomia della batteria con l’unità opzionale da 99,9Wh è buona: 8 ore di navigazione sul Web con una sola carica.

Alla fine dei conti, possiamo concludere che il Lenovo Legion Pro 7i (16″, Gen 9) è una potente macchina da gioco con uno scattante display IPS senza PWM, clock elevati di CPU e GPU a pieno carico e una buona aggiornabilità.

Potete controllare i prezzi e le configurazioni nel nostro sistema di specifiche: https://laptopmedia.com/series/lenovo-legion-pro-7i-16-gen-9/

Pros

  • Buona durata della batteria per un hardware così potente
  • Ottime prestazioni
  • Struttura stabile in alluminio
  • Potente soluzione di raffreddamento della camera di vapore
  • 6 porte USB
  • Senza PWM
  • Elevata luminosità massima – 492 nits (BOE0C8B)
  • 100% di copertura sRGB e 99% di copertura DCI-P3 + grande accuratezza del colore quando viene applicato il nostro profilo “Design and Gaming” (BOE0C8B)
  • Frequenza di aggiornamento di 240 Hz, risoluzione di 1600p e tempi di risposta dei pixel rapidi (7,6 ms) (BOE0C8B)
  • Le ventole non sono troppo rumorose durante il gioco
  • Videocamera Web opzionale da 1080p con E-shutter
  • La CPU e la GPU sono in grado di sostenere clock e limiti di potenza impressionanti a pieno carico
  • Tastiera confortevole
  • Supporta NVIDIA G-SYNC e Advanced Optimus
  • Interruttore MUX
  • Funzione OC / undervolt della CPU
  • SSD ad alte prestazioni (SKHynix HFS001TEJ9X115N)


Cons

  • Quattro delle porte USB sono a soli 5Gbps
  • Mancano i pad termici per il raffreddamento della memoria
  • Elevate temperature NVMe durante i benchmark

Abbonarsi
Notifica di
guest
0 Comments
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti